27-05-2022
Incentivi auto 2022: al via le prenotazioni, ecco come richiederli
Come funzionano gli incentivi auto 2022-2024? I contributi vanno da un minimo di 2.000 ad un massimo di 5.000 euro. Nel dettaglio, acquistando unauto elettrica della fascia 0-20 g/km di CO2 si hanno a disposizione 5.000 euro con la rottamazione e 3.000 euro senza un altro veicolo da rottamare. Per una plug-in della fascia 21-60 g/km di CO2 il contributo statale è di 4.000 euro con la rottamazione o di 2.000 euro senza. Infine per lacquisto di auto termiche ibride, mild-hybrid, benzina e diesel della fascia 61-135 g/km il contributo è di 2.000 euro, esclusivamente con la rottamazione di una vecchia auto fino a Euro 5.Gli incentivi auto con il contributo maggiore previsto sono legati alla rottamazione di un vecchio veicolo, che dovrebbe essere immatricolato da almeno dieci anni e intestato da almeno 12 mesi allacquirente di quello nuovo o a un suo familiare convivente risultante dallo stato di famiglia. Senza un veicolo da rottamare infatti non si accede allincentivo destinato alla fascia di CO2 61-135 g/km. Per lacquisto di auto elettriche o ibride plug-in la rottamazione è facoltativa. Importante: secondo il DPCM il privato che beneficia degli incentivi 2022 ha lobbligo di mantenere la proprietà del veicolo per almeno 12 mesi. Sarà però necessario definire meglio questaspetto (probabilmente con una circolare ad hoc) perché ci sono casi in cui, per ragioni di forza maggiore, non è materialmente possibile mantenere la proprietà dellauto per 12 mesi (p.es. nei casi di furto o di distruzione del veicolo). Stessa cosa se lintestatario dellauto si trasferisse allestero, visto che di norma dovrebbe radiare il veicolo dal PRA per esportazione. Il DPCM sugli incentivi è giunto in Gazzetta Ufficiale lunedì 16 maggio 2022 dando inizio alle richieste, mentre il 25 maggio è stata attivata la piattaforma del MISE attraverso cui i concessionari possono prenotare gli incentivi auto.